terminus

Pirce di Artemide: lampade e lampadari

La vostra selezione:   
16 risultato(i)
Pirce
Artemide
16 risultato(i)
Filtra per:
 su 1
72 h
PVC*€ 560,-15 %
€ 476,-
48 h-4 gg
PVC*€ 760,-15 %
€ 646,-
3 sett
PVC*€ 575,-15 %
€ 489,-
48 h-4 gg
PVC*€ 1.080,-15 %
€ 918,-
72 h
PVC*€ 895,-15 %
€ 759,-
48 h-4 gg
PVC*€ 830,-15 %
€ 706,-
48 h-4 gg
PVC*€ 1.160,-15 %
€ 986,-
72 h
PVC*€ 880,-15 %
€ 748,-
72 h
PVC*€ 560,-15 %
€ 476,-
72 h
PVC*€ 345,-15 %
€ 293,-
72 h
PVC*€ 315,-15 %
€ 268,-
La vostra selezione:   
16 risultato(i)
Pirce
Artemide
16 risultato(i)
Filtra per:
 su 1

Artemide Pirce

Lampade stravaganti che generano affascinanti effetti luminosi

Con la serie Pirce, il produttore italiano Artemide è riuscito ancora una volta a creare una simbiosi perfetta tra design ed effetti luminosi. Leggere come piume, le lampade della serie Artemide Pirce sembrano fluttuare liberamente alla parete o al soffitto, acquistando un aspetto leggero e senza peso. Il segreto di quest'estetica sorprendente risiede nella costruzione elaborata: un insieme di dischi ultrasottili, con pochi millimetri di spessore, ricadono verso il basso a forma di spirale. Sulla parte inferiore della spirale si trova una piccola calotta che ospita la sorgente luminosa, la quale proietta la luce verso l’alto e da dove viene riflessa dagli anelli in modo unico ed ineguagliabile. Il risultato: un suggestivo gioco di luci che incanta l'intera stanza.

La Pirce Sospensione è una lampada a sospensione che, grazie ai suoi straordinari effetti luminosi, valorizza la stanza, conferendole un tocco di eleganza. Composta da dischi leggermente lavorati di diverse dimensioni, realizzati in alluminio verniciato bianco e disposti l’uno sotto l’altro, questa sospensione creerà nell’ambiente speciali effetti di luci e ombre, fungendo da strabiliante oggetto luminoso. Così, la sospensione Artemide Pirce rappresenta l’esempio emblematico di questa rimarchevole collezione - senza eguali quando si tratta di combinare effetti di luce e design espressivo.

Per coloro che preferiscono dimensioni più ridotte, l’Artemide Pirce Mini è un’ottima soluzione. Questo modello sorprenderà tanto quanto le sorelle maggiori, in una sala da pranzo per esempio. L’opera del siciliano Giuseppe Maurizio Scutellà, che tra l'altro ha disegnato tutti i modelli Pirce, piace per il suo straordinario design, capace di creare momenti magici nello spazio abitativo, per esempio in soggiorno.

L’Artemide Pirce Soffitto è un altro capolavoro di questi affascinanti eye-catcher con un’altrettanta interessante emissione di luce. Questa lampada da soffitto conferirà all’ambiente un valore aggiunto, grazie al suo aspetto dinamico. E il modello Artemide Pirce Parete trasmette un’impressione non meno forte della Pirce Soffitto. La lampada da parete arricchisce visivamente l’ambiente e l’arredamento e allo stesso tempo, grazie ad un’intensità luminosa pari a 5000 lumen, fornisce un’incomparabile illuminazione generale nel soggiorno, sala da pranzo e camera da letto. Installata in un'area d'ingresso, per esempio in un corridoio, la sua illuminazione crea un ambiente accogliente ed ospitale, invitando ad entrare nelle altre stanze dell’abitazione.

Ulteriori informazioni sul designer: Giuseppe Maurizio Scutellà è nato nel 1962 ad Alcamo in Sicilia, ma è cresciuto a Lumezzane (Provincia di Brescia), una città industriale in Lombardia, dove la famiglia si era trasferita. Lì Scutellà completa con successo la propria formazione scolastica e nel 1981 si diploma come perito industriale ad indirizzo meccanico. Successivamente, per ben 12 anni riveste il ruolo di Project designer di stampi di pressofusione e di plastica, lavorando per rinomate aziende quali Mercedes, Kawasaki, Prisma, Bonfiglioli, Sylber, Metalwork, Gaggia, Fini, Tronconi e appunto Artemide per la quale creò oggetti altamente apprezzati. Il designer incomincia la sua collaborazione con Artemide nel 2008. È sempre nel 2008 che crea la sospensione Pirce, che fu premiata con l’iF Product Design Award nel 2010, il Good Design Award di Chicago Atheneum nel 2008 e il Red Dot Design Award nel 2009.

A proposito del suo lavoro, Scutellà afferma: "un oggetto illuminotecnico possiede un’anima, racconta una storia ed è spesso una poesia senza parole. La luce ha un proprio profumo, un suono travolgente e brillante, è meravigliosamente viva e dinamica, intima e delicata. Apprezzo la sua essenza e abbraccio il suo linguaggio di luce e ombra e cerco, come meglio posso, di rendere possibile diverse interpretazioni nei miei progetti. Questo è il mio modo di avvicinarmi alla magia della luce ".



Torna su