terminus

Ottima illuminazione generale


Ottima illuminazione generale

La luce generale, detta anche luce principale o di base, si diffonde in modo omogeneo ed illumina l'intera stanza. Viene prodotta generalmente dalla luce diretta verso l'alto, cioè verso il soffitto o tramite lampade che irradiano uniformemente in tutte le direzioni. Un'ottima illuminazione generale fornisce la luminosità di base che serve agli occhi per l'orientamento. Compensa forti contrasti e differenze di luminosità nell'ambiente, facilitando così l'adattamento dell'occhio alle diverse zone. Come risultato, l'occhio si stanca molto meno facilmente. Se manca completamente l'illuminazione generale, come per esempio un salotto che viene illuminato esclusivamente da una lampada da lettura collocata vicino al divano, il nostro occhio percepisce ciò come sgradevole e fastidioso. Una luce generale omogenea ed equilibrata genera invece un'atmosfera piacevole ed accogliente che favorisce il senso di benessere.

 

Illuminazione generale in salotto

Una lampada da soffitto installata al centro della stanza non è in grado di creare un'illuminazione flessibile e versatile in salotto. Tuttavia, light11 consiglia d'installare almeno una lampada che può essere accesa quando si entra nella stanza. light11 sconsiglia invece l'impiego di classici apparecchi opali con oltre 150 watt di potenza dato che abbagliano e si ripercuotono negativamente sull'atmosfera della stanza. Si consigliano invece lampade da terra, lampade da parete come anche lampade a sospensione. Particolarmente consigliate sono lampade anabbaglianti, che illuminano il soffitto, generando una luce generale morbida ed omogenea. I sistemi a binario rappresentano una soluzione illuminotecnica flessibile, tramite i quali è possibile installare più lampade indipendentemente dall'uscita elettrica del soffitto. In tal modo, l'illuminazione generale e d'accento possono essere combinate efficacemente.

Illuminazione generale in salotto

Illuminazione generale in sala da pranzo

L'illuminazione generale nella sala da pranzo può essere creata tramite lampade da parete, da terra e da tavolo. Si raccomanda d'installare almeno una lampada in modo tale che quando si entra nella stanza possa essere accesa, favorendo l'orientamento. Come già citato sopra, sconsigliamo l'uso di classiche lampade opali con oltre 150 watt di potenza a causa dell'effetto abbagliante che provocherebbero. light11 invece consiglia l'impiego di lampade da parete, da terra e da tavolo anabbaglianti, che illuminano il soffitto e creano un'illuminazione principale morbida ed omogenea. Alcune lampade a sospensione che illuminano il tavolo da pranzo generano, allo stesso tempo, una luce generale e sono quindi particolarmente idonee per la sala da pranzo.

Illuminazione generale in sala da pranzo

Illuminazione generale in camera da letto

light11 consiglia d'installare in camera da letto almeno una lampada, in quanto accendendola quando si entra nella stanza può aiutare all'orientamento. Classiche lampade da soffitto, per esempio in vetro opale, si consigliano solo se equipaggiate con lampadine da massimo 60 watt dato che lampadine di wattaggio superiore possono provocare effetti abbaglianti. Tuttavia, una luce principale generata da una lampadina da 60 watt, non è sufficiente per illuminare adeguatamente, per esempio, l'armadio in camera da letto - qui serve piuttosto una luce d'accento. Se, tuttavia, non si vuole illuminare separatamente il guardaroba, si dovrebbe scegliere una lampada più luminosa, ma anabbagliante. Adempiono questo compito lampade da soffitto, da parete, da terra e sospensioni con una potenza a partire da 100 watt, la cui luce è diretta verso il soffitto, generando un'illuminazione di base omogenea.

Illuminazione generale in camera da letto

Illuminazione generale nello studio

È difficile generare un'illuminazione generale morbida ed anabbagliante per lo studio, impiegando solamente una lampada da soffitto in posizione centrale. Tuttavia, anche in questo caso light11 consiglia d'installare almeno una lampada, che può essere accesa quando si entra nella stanza, favorendo l'orientamento. A questo scopo si adattano lampade da terra, da parete come anche lampade a sospensione, le quali creano con la loro luce diretta verso l'alto un'illuminazione generale indiretta ed omogenea. Illuminando il soffitto la stanza sembra più alta e quindi più grande. Per l'illuminazione indiretta dello studio si adattano lampadine ad alta intensità, le quali garantiscono la luce generale necessaria. Si tratta principalmente di lampadine fluorescenti, lampadine fluorescenti compatte e lampadine alogene a forma di tubo.

Illuminazione generale nello studio

Illuminazione generale in corridoio

Corridoi sembrano più grandi ed invitanti, quando la luce principale viene proiettata sul soffitto e la parete. Lampade da parete sono quindi particolarmente adatte a questo scopo. Quando si utilizzano lampade da parete e sospensioni, si dovrebbe fare attenzione che quanto più luce possibile sia diretta verso la parete e il soffitto. Il sistema a binario rappresenta una pratica e flessibile soluzione illuminotecnica per il corridoio, con cui più lampade possono essere installate in gruppo indipendentemente dall'uscita elettrica presente sul soffitto. Tali sistemi permettono di combinare l'illuminazione generale con quella d'accento.

Illuminazione generale in corridoio

Illuminazione generale in bagno

Come piacevole contrasto alla luce d'accento morbida e priva di ombre dello specchio, in bagno si consiglia un'illuminazione generale direzionale. In generale, la luce principale è diffusa e la luce d'accento è direzionale. In combinazione con lampade da specchio, dovrebbe succedere proprio l'inverso. Per creare l'illuminazione generale del bagno può essere impiegata una lampada da soffitto in vetro opale, in quanto questi ambienti sono solitamente così piccoli che gli apparecchi non invadono il nostro campo visivo e, dunque, non abbagliano. Un criterio essenziale nella scelta di un'adeguata illuminazione del bagno è la sicurezza. Lo standard di sicurezza in conformità alla norma europea EN 60598, garantisce la protezione contro gli spruzzi d'acqua provenienti da tutte le direzioni.

Illuminazione generale in bagno

Illuminazione generale in cucina

Per la cucina si consiglia l'illuminazione d'accento piuttosto che l'illuminazione generale. Una lampada installata in posizione centrale proietterebbe le ombre delle persone sui piani di lavoro. Se si desidera avere una luce generale, si possono impiegare lampade da soffitto e sospensioni, che emettono una luce morbida e diffusa. In tutti i casi, si consiglia l'uso di un dimmer. Una parte dell'illuminazione d'accento dovrebbe essere installata nei pressi della porta, azionabile tramite interruttore, per favorire l'orientamento quando si entra nella stanza.

Illuminazione generale in cucina

Illuminazione generale in cameretta

Anche in questo caso, si raccomanda una lampada da soffitto installata in posizione centrale, che può essere accesa quando si entra nella stanza, favorendo l'orientamento. In alternativa, anche lampade da parete generano un'efficace illuminazione principale. Nelle stanze dei bambini si sconsiglia l'uso di lampade da tavolo e da terra, dato che la cameretta è il luogo dove i bambini giocano e si scatenano e le suddette lampade potrebbero subire dei danni. Inoltre, alcune lampadine possono surriscaldarsi - di conseguenza esiste per i piccoli il rischio di bruciarsi. La lampada che si sceglie dovrebbe, dunque, avere una certa luminosità in modo tale che i bambini abbiano una visione ottimale durante le attività creative. Inoltre, l'illuminazione della cameretta non deve abbagliare, cioè non deve essere percepita come fastidiosa.

Illuminazione generale in cameretta

Torna su